Nuvole di Bellezza
Ciao carissimo Ospite e benvenuto nel nostro mondo dedicato alla Bellezza!

Per poter accedere alle varie sezioni del forum occorre registrarsi, è molto semplice, basta scegliere un nickname, una mail valida e una password!
Una volta fatta la registrazione ti consigliamo di presentarti in modo che tutti noi potremmo darti il giusto benvenuto!

Ti aspettiamo!

Condividi
Andare in basso
avatar
Onda del Mare
Admin
Admin
Numero di messaggi : 3416
Data d'iscrizione : 31.05.09
Età : 34
Località : Genova

ISTAT - Calano le nascite e la popolazione invecchia

il Mer Nov 28, 2012 8:44 pm


L’Italia continua a registrare una significativa  diminuzione delle nascite e un progressivo  invecchiamento della popolazione. È quanto emerge dall’ultimo  rapporto Istat denominato Natalità e fecondità della popolazione  residente, relativo all’anno 2011.



Secondo i dati ISTAT, ci siano stati 15.000 nascite in  meno rispetto al 2010. Dati che confermano la tendenza  alla diminuzione costante delle nascite già registrata negli anni  precedenti.


In particolare sono proprio le coppie italiane a mettere al  mondo meno bambini.


«Le baby boomers, cioè le donne nate a metà degli anni sessanta  – ha  spiegato Giancarlo Gualtieri, ricercatore Istat – che erano una
generazione  molto numerosa, stanno invecchiando e sono sempre meno in  grado di fare figli.  Al loro posto entra invece nell’età della  fecondità una generazione di donne  nate dopo che è molto meno numerosa.
Ecco perché le nascite sono in calo».



Questo fenomeno sembra destinato a peggiorare anche a causa  della crisi economica.
Aumentano  invece i nati da genitori stranieri, o da coppie  composte almeno da un  coniuge straniero. I nuovi nati da coppie straniere/ con  almeno un  genitore straniero sono cresciuti di 5.000 all’anno,  anche se nel 2011 anche questo dato ha subito un brusco arresto.


Le italiane mettono al mondo il primo figlio a  trentadue anni:  il 7% dei nati nel 2011 ha una madre di almeno 40 anni,  una maternità  quindi posticipata rispetto al passato. Le straniere invece  diventano  madri intorno ai 28 anni. Per ogni bimbo italiano che nasce, ci sono   due bambini stranieri.


Prendendo in considerazione la nazionalità delle madri  straniere, al primo posto si posizionano  le donne rumene,  seguite dalle marocchine, albanesi e cinesi.


Al calo di nascite corrisponde anche a una brusca  diminuzione dei matrimoni: non solo in Italia ci si sposa di meno, ma  la durata media dei matrimoni è di soli 15 anni.


Si assiste inoltre a un aumento delle nascite tra da genitori  non  coniugati. Sono infatti circa 134 mila i bambini nati nel 2011 da coppie  non  sposate.


Per quanto riguarda i nomi scelti dai neo genitori italiani, il  nome Francesco mantiene il suo primato nazionale. Sul fronte  femminile invece, il più diffuso Giulia, è stato sostituito da  Sofia.
Gli stranieri sembrano preferire i nomi Adam, Rayan,  Mohamed, ma al  tempo stesso anche gli italiani anche Matteo, Alessandro o  Gabriele,  seguite da Sara, Sofia, Malak e Alessia per le bambine. La preferenza   varia molto a seconda della nazionalità degli stranieri residenti in  Italia, in  particolare la comunità cinese per tradizione tende a  scegliere per i neonati  dei nomi molto diffusi nel Paese che li  accoglie.


Fonte:
Antiagingclub
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum